Piracanta

 

Generalità:arbusto sempreverde, originario dell'Asia e dell'Europa, che raggiunge abbastanza rapidamente i 2-3 m di altezza. Ha portamento eretto, i sottili fusti di colore marrone scuro tendono a svilupparsi in maniera abbastanza disordinata, producendo una densa chioma tondeggiante; sono munite di lunghe spine acuminate. Le foglie sono di piccole dimensioni, di colore verde scuro, ovali, lucide, leggermente coriacee; in primavera produce innumerevoli piccoli fiori a stella, di colore bianco, profumati, che attirano gli insetti impollinatori. In autunno sulla pianta maturano i piccoli frutti tondeggianti, riuniti in grappoli, di colore arancione; i frutti della pyracantha sono commestibili, e talvolta rimangono sulla pianta fino alla primavera successiva. Queste piante vengono spesso usate per costituire siepi impenetrabili, ma sono molto decorative anche come esemplari singoli. E' possibile reperire in commercio numerosi ibridi e cultivar, ad esempio p. Navaho, ha dimensioni medio piccole e da origine ad arbusti abbastanza ordinati, tondeggianti; p. Red Column produce bacche rosse, mentre p. Soleil d'Or produce bacche gialle. Si consiglia di potare gli arbusti in primavera, asportando gli eventuali frutti ancora presenti e regolando i fusti che fuoriescono eccessivamente dalla chioma; in estate è spesso necessario intervenire sulle piante utilizzate come siepi, accorciando le crescite verdi.

USO ORNITOLOGICO :
Somministrazione : Raccogliere la parte con il grappolo di frutti, lontano dalle strade trafficate e somministrare agli uccelli nella dose giornaliera per il loro fabbisogno
SEME PREFERITO DA :
Molto Appetito da ciuffolotti, crocieri, cardellini, cardinalizi, verdoni-
 

 

BIANCOSPINO

Generalità: il genere crataegus comprende circa duecento specie di alberi ed arbusti a foglia caduca, originari dell'Europa, dell'Asia e del nord America; hanno portamento eretto e producono una chioma disordinata, gli arbusti raggiungono i 3-4 metri di altezza, gli alberi raggiungono un'altezza massima di 6-8 metri. Le foglie sono di colore verde scuro, caduche. In primavera produce piccoli fiori a cinque petali, di colore bianco o rosato, semplici; esistono numerosi ibridi con fiori dai colori vistosi, spesso doppi o stradoppi. In estate ai fiori succedono bacche ovali, di colore rosso, che in genere rimangono sulla pianta per tutto l'inverno. I frutti di biancospino sono commestibili, e possono essere utilizzati per preparare confetture.
USO ORNITOLOGICO :
Somministrazione :  Fornire piccoli rametti provvisti delle numerose bacche
SEME PREFERITO DA :
Molto Appetito da ciuffolotti,
 
Ligustro - Oleaceae

Generalità: originario dell'Europa centro meridionale e dell'Africa settentrionale, il genere comprende 45 specie di arbusti e piccoli alberi sempreverdi o decidui usati per formare siepi.

USO ORNITOLOGICO :
Somministrazione : Raccogliere la parte con il grappolo di frutti, somministrare agli uccelli nella dose giornaliera per il loro fabbidogno
SEME PREFERITO DA :
Molto Appetito da capinere, ciuffolotti, fringuelli, tordi e merli
 
Mirto
CARATTERISTICHE GENERALI
Il Mirto è un arbusto con fusto molto ramificato, molto diffuso nelle coste mediterranee fino a 1000 m di altitudine.
Le foglie sono coriacee di un bel verde intenso, lucenti, opposte, prive di picciolo e ricche di numerose ghiandole, visibili in controluce, contenenti l'olio essenziale.
I fiori sono bianchi, piccoli, solitari che crescono all'ascella delle foglie. Fiorisce da maggio a luglio.
I frutti sono delle bacche di colore blu-nerastro.
Il Mirto, nome scientifico Myrtus communis L., appartiene alla famiglia delle Mirtaceae ed è una pianta molto famosa fin dai tempi più antichi simbolo di gloria e di amore felice. E' anche una pianta dalle numerose proprietà medicinali oltre che molto utilizzata come pianta aromatica.
PROPRIETA'
Il mirto contiene tannino, olio essenziale formato principalmente da mirtolo e geraniolo, resine, acido citrico e acido malico, vitamina C.
Le sue properietà sono: astringente, balsamiche, antinfiammatorie ed antisettiche.
USO ORNITOLOGICO
SOMMINISTRAZIONE : Somministrare i rami con le numerose bacche, nella dose giornaliera per il loro fabbisogno.
SEME PREFERITO DA
Risulta essere gradito da numerose specie di uccelli

 
 

RIFERIMENTI FOI

PAGINE WEB DEI SOCI

Non ci sono voci in questo menù
Realizzato con SitoInternetGratis :: Fai una donazione :: Amministrazione :: Responsabilità e segnalazione violazioni :: Pubblicità :: Privacy